A Castel Goffredo un incontro con la Fondazione PesciolinoRosso

Può un dolore grande come la perdita di un figlio trasformarsi in amore? E’ quello che è successo a papà Gianpietro, che ha dovuto affrontare la morte di suo figlio Emanuele, sedicenne di Gavardo, che il 24 novembre del 2013 ha perso la vita buttandosi da un ponte dopo avere assunto una sostanza stupefacente.

Una storia drammatica, ma con un risvolto inaspettato che non segue la logica del mondo, bensì quella dell’amore. Papà Gianpietro ha deciso di non lasciarsi abbattere dal dolore, ma di trasformarlo in testimonianza da offrire ai giovani, incontrandoli nelle scuole, nei teatri, negli oratori di tutta Italia, dove raccontare la storia di Emanuele, un ragazzo dolce e sensibile. Un ragazzo…

A Castel Goffredo avremo la possibilità di ascoltare la storia di Emanuele e della Fondazione Ema PesciolinoRosso dalla voce di papà Gianpietro; parole dette col cuore, rivolte anche ai genitori, per invitarli a mantenere assidua la presenza nella vita dei figli, alla ricerca di un dialogo che non deve mai venire meno.

L’appuntamento è per domenica 27 gennaio alle 15.30 presso la palestra delle Scuole Medie di Castel Goffredo. Io non mancherò. E voi?