Bar Casa del Giovane

Logo CdG

È la casa di don Aldo Moratti.
Don Aldo aveva trasformato la sua abitazione in oratorio, luogo di accoglienza e di attività per i ragazzi. La sua generosità non conosceva limiti, né di orari, né di forze. E quando l’amore viene vissuto in modo intenso, esso lascia una traccia indimenticabile, anche a distanza di anni.
Voluta da don Ambrogio Ressi, viene inaugurata nel 1970. Oggi la “Casa del Giovane” è un ritrovo con bar gestito dalla parrocchia di Castel Goffredo. In gergo i ragazzi lo chiamano “Baya”. Chi entra alla Casa del Giovane coglie subito un clima di cordialità: ragazzi che conversano, altri che prendono un aperitivo o si sfidano in una partita di biliardino. C’è aria di amicizia e di voglia di stare insieme.

La struttura offre servizio bar (anche con panini e piadine), biliardo, biliardino, videogiochi, grande schermo per vivere insieme i grandi eventi, sala per musica.


Situata in via Botturi, 4 è collocata al centro di numerosi altri luoghi parrocchiali quali la chiesa di San Giuseppe, l’ufficio di Don Jonathan, la segreteria della parrocchia, il campo di calcetto dell’oratorio e la sala prove di Radio Alfa (per gruppi musicali), tutti raggiungibili nell’arco di una ventina di metri.

La Casa del Giovane ha una pagina Facebook molto attiva! L’animazione è affidata ai giovani del “Gruppo Baya” che organizzano eventi e serate a tema.

 

parrocchia-sant-erasmo-09 foto bar casa del giovane