Il cammino di formazione di cinque catecumeni di Castel Goffredo

Sono cinque i catecumeni castellani che il prossimo 31 marzo, nella Veglia Pasquale, riceveranno i sacramenti del Battesimo, della Cresima e dell’Eucaristia nella Prepositurale di Sant’Erasmo: Alisson, Blessing, Enrik, Ervin e Glaucia. Hanno età, nazionalità ed esperienze diverse, ma un grande desiderio di fondo li accomuna: quello di diventare membra vive del corpo di Cristo.

Sono ormai prossimi alla conclusione del biennio di iniziazione cristiana, che hanno frequentato sotto la guida del parroco don Giuseppe Bergamaschi e del sottoscritto in qualità di educatore. Un itinerario impegnativo, di accompagnamento e preparazione, che li ha avvicinati alla vita cristiana, attraverso la preghiera personale e comunitaria, la catechesi e l’impegno nel servizio della carità. Dopo un breve ritiro spirituale al Monastero di Santa Maria del Gradaro a Mantova, svoltosi domenica 18 febbraio in Duomo, sono stati ammessi al Rito dell’elezione e dell’iscrizione del nome, presieduto dal Vescovo Marco.

Nelle prossime settimane di Quaresima, i catecumeni riceveranno una formazione più intensa, scandita dalla celebrazione degli scrutini e dalla consegna del Credo e del Padre Nostro, domenica 18 marzo alle 18:30. Una volta amministrati i sacramenti dell’iniziazione cristiana nella grande Veglia del 31 marzo, che determineranno l’appartenenza dei catecumeni al popolo cristiano, il loro cammino proseguirà, per tutto il Tempo pasquale, con la mistagogia. Al percorso di formazione partecipano anche Francesco e Natale che, domenica 13 maggio alle 10:30, riceveranno i sacramenti della Cresima e dell’Eucaristia.