Castel Goffredo con Azione Cattolica per un’estate ricca di proposte

Come ogni anno, anche quest’estate l’Azione Cattolica di Mantova sta vivendo il proprio “tempo eccezionale”, con le proposte dei campi scuola diocesani a Biacesa e non solo. Uno dei pilastri fondanti dell’associazione è l’intergenerazionalità, fattore che la porta a rivolgersi a tutte le età, dai bambini agli adulti. Ecco quindi che le esperienze formative che si stanno svolgendo in queste settimane offrono la possibilità di sperimentare la ricchezza delle relazioni “extra-parrocchiali” proprio a tutti, in quanto rivolte non solo agli associati, ma anche ad amici e simpatizzanti.

La location, che da ormai 26 estati ospita l’essenza “magica” delle esperienze di AC, è la casa “Pier Giorgio Frassati” di Biacesa di Ledro, che dal 1992 (anno dell’apertura da parte dell’associazione di Mantova) non ha più smesso di ospitare generazioni provenienti da tutta la diocesi. Lì si è già tenuto il primo turno, dal 27 luglio al 3 agosto scorsi, coi ragazzi dell’ACR (Azione Cattolica dei Ragazzi) delle medie. La casa, a due passi da Riva del Garda, accoglie questo weekend una “tre giorni” rivolta a tutte le famiglie che desiderano interrompere il “tran tran” quotidiano e trascorrere alcuni momenti di convivialità e spiritualità come coppie di sposi e/o genitori.

A seguire, la prossima settimana, partirà il campo dell’ACR delle elementari; una prima assoluta per i bambini che sperimenteranno l’entusiasmo di vivere cinque giorni lontani da casa assieme a tanti nuovi amici. L’ultima settimana di agosto saranno invece i GVS (giovanissimi) dei primi anni delle superiori a partire per la Val di Ledro, per proseguire il proprio cammino di gruppo diocesano avviato già da alcuni anni. L’AC offre anche la possibilità di vivere esperienze “fuori porta”; in questi giorni si sta svolgendo il campo dei giovani degli ultimi anni delle superiori a Torino dove, a conclusione del loro percorso pluriennale, stanno vivendo un’esperienza molto forte di servizio tra Sermig, educativa di strada sulle orme di don Bosco, gruppo Abele e molto altro…

Insomma, ce n’è proprio per tutti. Ogni anno diversi bambini, ragazzi, giovani e adulti della nostra parrocchia di Castel Goffredo scelgono di prendere parte a queste esperienze, sia come “utenti” che come organizzatori/educatori. Vivere un’esperienza estiva di AC è un modo per dare all’estate un tocco di comunione vera, amicizia sincera e crescita sana, concentrati in alcuni giorni davvero indimenticabili, vissuti con un respiro diocesano che permette di instaurare bellissime relazioni, aprendosi ad una nuova realtà per tornare poi in parrocchia ricaricati di pura gioia e rinnovato entusiasmo.