Domenica delle Palme, Papa Francesco ai giovani: “Non abbiate paura”

La Domenica delle Palme coincide con la Giornata Mondiale della Gioventù che si celebra a livello di chiese locali. Come sempre questa giornata è accompagnata da un messaggio di papa Francesco che invita i giovani a non avere paura, riporto alcuni brevi passaggi:

” E voi giovani, quali paure avete? Che cosa vi preoccupa più nel profondo? Una paura “di sottofondo” che esiste in molti di voi è quella di non essere amati, benvoluti, di non essere accettati per quello che siete. Oggi, sono tanti i giovani che hanno la sensazione di dover essere diversi da ciò che sono in realtà, nel tentativo di adeguarsi a standard spesso artificiosi e irraggiungibili. Fanno continui “fotoritocchi” delle proprie immagini, nascondendosi dietro a maschere e false identità, fin quasi a diventare loro stessi un “fake”. C’è in molti l’ossessione di ricevere il maggior numero possibile di “mi piace”. E da questo senso di inadeguatezza sorgono tante paure e incertezze. Altri temono di non riuscire a trovare una sicurezza affettiva e rimanere soli. […]

Perché siete così paurosi? Non avete ancora fede?» (Mc 4,40). Questo richiamo di Gesù ai discepoli ci fa comprendere come spesso l’ostacolo alla fede non sia l’incredulità, ma la paura. Il lavoro di discernimento, in questo senso, dopo aver identificato le nostre paure, deve aiutarci a superarle aprendoci alla vita e affrontando con serenità le sfide che essa ci presenta. Per noi cristiani, in particolare, la paura non deve mai avere l’ultima parola, ma essere l’occasione per compiere un atto di fede in Dio… e anche nella vita! ”

Nella nostra parrocchia vogliamo vivere questa giornata invitando tutti i giovani (dai ragazzi di seconda media in su) a partecipare alla Santa Messa delle Palme DOMENICA 25 alle 10.30, e dopo la messa, a vivere un pellegrinaggio con la croce verso Sant’ Apollonio dove pranzeremo tutti insieme. Per prenotarsi è necessario rivolgersi agli animatori dei gruppi giovanili.

Buona settimana Santa a tutti.