Don Bergamaschi: “Nell’emergenza viviamo la Quaresima tramite la radio”

Alla vigilia della Santa Quaresima, in questa situazione paradossale in cui ci troviamo a causa del corona virus, desidero rivolgermi apertamente a voi, fratelli e sorelle nella fede, e anche a tutti voi, concittadini castellani, per esprimervi il mio dolore e per certi aspetti il mio sconcerto circa le decisioni che le autorità civili e religiose hanno preso, rivoluzionando la nostra vita quotidiana, per arginare il possibile contagio dal virus.

Tali decisioni coinvolgono anche l’espressione della nostra fede col divieto di poter accedere ai Sacramenti, fonte della Grazia e della Salvezza, e di poterci radunare in comunità per pregare e sostenerci, con la formazione costante alla luce della Sua Parola, lungo il cammino spesso difficile della nostra vita. Questo mi addolora profondamente. Lo sconcerto poi mi prende perché forse potevano essere fatte scelte diverse, più oculate e mirate, nel rispetto delle comunità, e soprattutto cercando prima di ascoltare in spirito di vera comunione e sinodalità. Ma così è e così dobbiamo agire.

Tuttavia, in questo momento dobbiamo ringraziare la Provvidenza (perché con fatica ma con gioia in questi anni siamo riusciti a tenerla viva!) e la lungimiranza dei pastori che mi hanno preceduto, perché hanno dotato la parrocchia di uno strumento formidabile, che le permette di rimanere connessa e di mantenere un collegamento unitario, pur nella situazione di frantumazione dovuta all’emergenza corona virus: la radio, la nostra Radio Alfa, in onda 24 ore al giorno con la sua programmazione che trovate sul sito della radio www.radioalfanet.it, tra cui la diretta della celebrazione della S. Messa ogni giorno alle ore 7.00.

Noi sacerdoti la celebriamo in S. Giuseppe, pur a porte chiuse, per voi e per tutti, supplicando il Signore che ci venga incontro con il suo dono di vita e salvezza, di cui abbiamo tanto bisogno. Come sapete, sono sospese tutte le celebrazioni del Mercoledì delle Ceneri, ma domani sera, 26 febbraio, alle ore 20,30, noi sacerdoti celebreremo in S. Erasmo, a porte chiuse, la S. Messa che verrà trasmessa in diretta via radio; una iniziativa estesa anche alla Via Crucis di venerdì prossimo alle 15.00 e alle ore 20 e, come sempre alla S. Messa delle 10,30 di domenica prossima.

Vi invitiamo a tenervi sintonizzati con la nostra emittente Radio Alfa, sulla lunghezza d’onda 88.800 oppure in streaming sul sito, per sentirci tutti uniti nell’Eucarestia e così iniziare insieme questo tempo forte quaresimale, di chiamata alla conversione e alla gioia del perdono fedele del nostro Signore, che non vuole la morte del peccatore, ma la sua vita!

In questa emergenza da molte parti si viene sollecitati ad usare i nuovi mezzi social per lavorare. Usiamoli anche per pregare e rimanere uniti tra di noi e con il nostro Signore Gesù. Tramite la radio sarete puntualmente avvisati di ogni iniziativa o fatto della nostra comunità, per riscoprire quanto è preziosa la vita del nostro essere credenti, per dare senso e sapore al nostro vivere quotidiano: anche attraverso le onde radio! Ne abbiamo bisogno. A tutti l’augurio che presto però possiamo guardarci in faccia e stringerci la mano come fratelli e sorelle che non hanno paura di stare insieme, perché “dove sono due o tre IO sono in mezzo a loro!”.

Ogni bene, don Giuseppe.