Don Giuseppe Bergamaschi: “Tempo di Avvento, tempo di Novità”

Quando viene al mondo una creatura, è sempre una novità. Ogni essere umano è una novità per sé stesso, ed è portatore di grande “sorpresa” nella vita degli uomini. Contemplando un bambino mai ci si fermerebbe, perché sei toccato dal mistero di una vita che avverti sempre più grande di ogni immaginazione umana. Ti senti sempre piccolo e impotente, pur se adulto, di fronte ad un neonato! È il mistero della vita. Ancora di più con Gesù: l’uomo nuovo che è venuto sulla terra proprio per farci vedere come si fa ad essere uomini, cioè Figli del Padre. La nostra identità e dignità. Ecco perché il Natale cui ci prepariamo con l’Avvento è tempo di novità! Perché è la sorpresa di Dio.

Nessuno poteva immaginare che Dio agisse in questo modo: farsi uomo. Allora vivere la novità del Natale significa abituarsi di nuovo a meravigliarsi, a stupirci delle piccole cose, a lodare e ringraziare (non diciamo mai grazie!), a vivere la gratuità della vita negli incontri, nelle esperienze, nella quotidianità. È sentirsi bene nello spendersi per gli altri dimentichi di sé. È una logica evangelica … alternativa a quella della cultura in cui ci troviamo a vivere ogni giorno. Solo una profonda riflessione e un sentire spirituale ci può aiutare ad andare un po’ contro corrente. Questa è novità. Natale.