Oratorio di San Francesco

REFERENTI:
Nerina Fortini – Tel. 0376 894797 | Corrado Nodari – Tel. 340 4945732 | Bruna Bottoglia | Lucia Castelli | Silvia Viola | Antonietta Paini | Eva Boschetti | Alda Perbellini

Un po’ di storia..

DEDICAZIONE: San Francesco d’Assisi
COLLOCAZIONE: in contrada Perosso
EPOCA: nel 1730 fu ricostruito e fu aggiunta la sagrestia; nel 1739 fu innalzato il campanile.
COMMITTTENTE: la ricostruzione è stata possibile grazie alle offerte di alcuni benefattori.

    ESTERNO

  • MATERIA: muratura e intonaco; soglia in marmo
  • ISCRIZIONI: nel timpano “DOM”; sopra il portale “DEIPARAE MARIAE V. ET S. FRANCISCO”.
  • DESCRIZIONE: semplice edificio con tetto a capanna e campanile.
    INTERNO

  • ALTARE: di legno intagliato raffigurante al centro del paliotto San Francesco in alcuni momenti significativi della sua vita; a sinistra San Francesco, a destra Santa Chiara.
  • ARREDI: un crocifisso in legno appeso sopra l’altare; un crocifisso astile in ottone
  • TELE: una pala raffigurante San Francesco, Santa Chiara e San Domenico in adorazione della Vergine con il Bambino. L’opera se pure denuncia i caratteri della pittura devozionale è compositamente ben impostata ed eseguita.
  • ISCRIZIONI: sotto l’altare una lapide in ringraziamento ai benefattori (1948).
  • DESCRIZIONE: navata unica con soffitto a capanna; il presbiterio, con volta a botte ribassata si affaccia sulla piccola sagrestia.
  • STATO DI CONSERVAZIONE: ottimo
  • NOTIZIE STORICHE: l’oratorio è citato nei documenti relativi alla visita pastorale del vescovo Domenico Bollani nel 1566. Curiosa la storia della campana dell’oratorio rubata nel 1705, poi ritrovata a Castenedolo (BS) circa tre anni dopo. Nel 1739 fu innalzato il campanile per sistemarvi la campanella, la quale però venne sostituita da una nuova di circa settanta chilogrammi.

Perosso
Chiesa di S. Francesco d’Assisi al Perosso