Oratorio di Sant’Anna

REFERENTI:
Giannino Cerini – Tel. 0376770648 | Annunciata Bologna | Silvia Vighi | Renata Vergna | Giuseppe Roverato | Silvia Storti | Bruno Casella | Sergio Bicchierai – Tel. 0376 779788 | Roberto Giazzoli

Un po’ di storia..

DEDICAZIONE: Sant’Anna
COLLOCAZIONE: contrada Ceresole
EPOCA: 1727-1729
COMMITTENTI: famiglia Zaltieri

    ESTERNO

  • MATERIA: muratura intonacata e dipinta
  • ISCRIZIONI: cartiglio tra la finestra e il timpano (D.O.M. SANCTA ANNA ORA PRO NOBIS)
  • DESCRIZIONE: facciata tripartita su due ordini con lesine, timpano e pinnacoli; sul lato sinistro s’innalza un grazioso campanile costruito nel sec. XX con quattro finestre a tutto sesto e quattro pinnacoli sul tetto.
    INTERNO

  • ALTARE: in marmo
  • ARREDI: stampe della Via Crucis del sec. XIX
  • TELE: pala all’altar maggiore del pittore mantovano Giuseppe Bazzani (1690-1769) “Educazione della Vergine” raffigurante Sant’Anna, in atto d’insegnare a leggere a Maria Bambina, e San Gioacchino
  • ISCRIZIONI: lapide dedicata a don Aldo Moratti nella navata sinistra.
  • DESCRIZIONE: l’interno a tre navate è scandito da lesene che sostengono il cornicione; volta a botte. L’abside circolare contiene la celebre tela del Bazzani; il tabernacolo è in legno dorato e argentato: sulla portella sono raffigurati il sole raggiato e le spighe di grano. Piccola sagrestia con notevole armadio di fattura settecentesca.
  • STATO DI CONSERVAZIONE: ottimo
  • NOTIZIE STORICHE: La famiglia che nel secolo XVIII a Castel Goffredo primeggiava per ricchezza – gli Zaltieri – nel 1727 fece erigere l’oratorio di Sant’Anna in adempimento alle volontà testamentarie del congiunto don Agostino. Il 15 dicembre 1729 vi fu celebrata la prima messa. Alcuni giorni prima, il 12 novembre, a Castiglione era stata consacrata dal rev. Pastorio la campana unitamente a quella dell’oratorio di Santa Maria Maddalena di Poiano. Un particolare meritevole di attenzione lega la chiesa di Sant’Anna a quella di San Michele Arcangelo: prima della costruzione dell’oratorio di Ceresole, dal 1721 al 1729, alcuni cappellani celebrarono tre messe alla settimana nell’oratorio di San Michele, in base alle disposizioni stabilite da don Zaltieri stesso. La pala di Giuseppe Bazzani fu pagata centocinquanta berlingotti, dalla famiglia Zaltieri.

Sant'Anna
Chiesa di S. Anna in località S. Anna