Per i giovani della nostra parrocchia la vacanza è diventata “esperienza”

Il periodo delle vacanze di Natale è stato molto intenso per la nostra parrocchia, non solo per le belle celebrazioni che sottolineano l’importanza del mistero dell’Incarnazione, ma anche per alcune esperienze significative che sono stato proposte ad animatori, giovani e ragazzi.

Dal 27 al 30 dicembre alcuni animatori hanno vissuto l’esperienza di servizio al SERMIG di Torino, l’Arsenale della Pace, dove insieme ad altri 450 giovani provenienti da tutta Italia si sono messi in gioco, attraverso riflessioni e piccoli lavori, comprendendo come la pace è possibile se si ha il coraggio di compiere qualche gesto di bene che è alla portata di tutti.

Sempre nello stesso periodo un gruppo di cresimandi accompagnati dagli animatori e da don Giuseppe sono stati a Loreto per una esperienza comunitaria che ha rafforzato le amicizie. Dal 2 al 6 gennaio siamo stati a Vezza d’Oglio per due mini campi invernali prima con i ragazzi di 3 media e poi con i ragazzi delle superiori. Un campo dove amicizia, preghiera, gioco, e riflessioni hanno contribuito a rendere speciali quei pochi giorni.

Quindi i percorsi di educazione e di crescita nella fede non si fermano nemmeno in vacanza… E ora si riparte con i cammini nei vari gruppi parrocchiali. Gli educatori si incontreranno per tracciare l’itinerario di questa seconda parte dell’anno pastorale sempre con l’obiettivo di seguire Gesù come ci ricorda il tema annuale diocesano: “Camminiamo da discepoli nella vita nuova in Cristo”.