Al San Luigi “Attenti a quei due”, tra teatro e musica nella cultura popolare

Una settimana particolarmente intensa per il nostro Teatrino San Luigi, questa settimana in scena con ben due spettacoli. Dopo “Bis e Boga”, con la compagnia I bèi pütèi di Acquanegra sul Chiese, domenica 23 febbraio alle 17:00 toccherà allo show di teatro e musica dal titolo “Attenti  a quei due”, di e con Roberto Guaiumi e Nicola Armanini.

Sulle assi del nostro palco l’eclettico e istrionico Roberto Guaiumi, artista di Pieve di Coriano, proporrà il meglio del suo repertorio recitativo: poesie, racconti, novelle e cantate allegoriche, con l’esaltazione del dialetto come lingua popolare delle varie parti d’Italia. La sua interpretazione assolutamente unica dei vari Trilussa, Lerici, Todaro Monaldo e Angelin Sartori sarà accompagnata e intermezzata dalla musica e dal canto del cantastorie castellano Nicola Armanini, sul palco con gli amici PiÕCC (Piccola Orchestrina Cantastorie Castellani).
Quella dei PiÖCC è un’esperienza che vanta anni di storia, con vari spettacoli teatrali musicali messi in scena dalla compagnia castellana guidata da Armanini. Anche domenica si cercherà di dare voce (in musica) a personaggi del 900 del calibro di Fellini, Toto e Benigni, ponendo l’accento sul loro lato più umano.
Lo spettacolo (ingresso 5 euro) è promosso dall’associazione di volontariato El Castel, nota per la sensibilità nei confronti dei più deboli, ma anche per la promozione della cultura popolare e non soltanto. Appuntamento dunque al San Luigi, nei rutilanti giorni del Carnevale, per un’immersione nelle più preziose radici culturali, col gusto di qualche risata, per celebrare ancora una volta il teatro come preziosa forma di comunicazione.