Recovery Festival: l’arte entra in campo per promuovere la salute mentale

Arrivato al suo secondo anno di attività, il progetto “Recovery.net: laboratori per una psichiatria di comunità”, sostenuto da Fondazione Cariplo attraverso il bando “Welfare in Azione”, mette al centro del suo impegno la salute mentale ed il benessere psicosociale della comunità. Il progetto Recovery.Net coinvolge le città di Mantova e di Brescia, ed in particolare nel nostro territorio vede la partecipazione come partner di ASST di Mantova, consorzio di cooperative sociali Sol.Co. Mantova, associazioni di volontariato Oltre la Siepe e Alba. Il progetto muove dal concetto di Recovery, che significa “vivere la vita al meglio delle proprie capacità”.

Sono circa 110 le persone che nel territorio mantovano, in questi primi due anni, hanno beneficiato, a vario titolo, delle azioni e dei percorsi attivati dal progetto. Tra le opportunità generate sul territorio: il supporto alla ricerca attiva del lavoro attraverso uno sportello dedicato, che anche nei mesi di lockdown ha continuato ad incontrare, online, e accompagnare le persone nel loro avvicinamento al lavoro; l’attivazione di un servizio di supporto telefonico, durante l’emergenza covid-19; iniziative culturali; laboratori di teatro e di scrittura emotiva; la creazione di  luoghi di aggregazione, come i Co-Lab (che saranno inaugurati nelle prossime settimane), che permettono l’ampliamento di una rete sociale, spesso troppo fragile; la creazione di corsi e proposte formative – Recovery College (al via nelle prossime settimane) –  attraverso una pratica innovativa coprodotta da utenti, operatori e comunità locale, che consente a chi si iscrive di acquisire informazioni e competenze utili per un percorso di recovery e di crescita personale o professionale.

Il progetto Recovery.Net nasce da una riflessione condivisa sulla difficile sostenibilità di un sistema di servizi per la salute mentale che vede nella “risposta residenziale” l’impegno più rilevante, a scapito dei percorsi di cura e di presa in carico territoriale. A fronte di un aumento significativo dei bisogni e delle richieste di interventi complessi nell’area della salute mentale, il rischio riscontrato è che il sistema dei servizi si orienti verso risposte standardizzate, settoriali e scarsamente integrate, senza riuscire a coinvolgere in modo efficace gli utenti e le loro reti naturali. Per questo con il progetto Recovery.Net si sta investendo per potenziare opportunità, luoghi fisici e virtuali di co-progettazione, spazi di azione e di pensiero che mettano al centro il benessere e la salute mentale delle nostre comunità.

In occasione della “Giornata Mondiale della Salute Mentale”, che si è svolta il 10 ottobre,  il progetto Recovery.net, in collaborazione con la caritas di Mantova, ha organizzato Recovery Festival, un evento articolato in una serie di appuntamenti in cui la musica, il cinema e il teatro aiuteranno a parlare di benessere, cultura della salute mentale e cultura per la salute. Venerdì 16 ottobre alle 18.00 e alle 20.00 Trio di clarinetti (presso la REMS Castiglione delle Stiviere, Loc. Ghisiola) con ingresso a inviti; domenica 18 ottobre alle 16.00 e alle 17.30 la performance teatrale itinerante del gruppo di laboratorio Normale è noioso curato da Teatro Magroun dal titolo Perché quando si è innamorati sembra tutto più bello? (nel centro storico di Mantova, con partenza da piazza Martiri di Belfiore) con paartecipazione gratuita; venerdì 30 ottobre alle 17.30 la proiezione del film Il grande passo (presso la Sala della comunità Supercinema di Castiglione delle Stiviere).

Stefania Checchelani (Comunicazione – Recovery.Net)

Pe informazioni sugli eventi di Recovery Festival: Sol.Co. Mantova: tel. 0376 263674