Cosa ci lascia “dentro” il lockdown? L’analisi della psicologa Elena Cappa

Ormai, dopo le tanto attese progressive riaperture, il periodo di lockdown sembra un ricordo superato, ma in realtà i suoi effetti si sentiranno ancora, soprattutto sul lungo periodo. Per questo motivo è estremamente utile fermarci un attimo e riflettere sulle implicazioni che gli avvenimenti degli ultimi mesi hanno avuto sul nostro stato di benessere. Tutti noi ricordiamo la reazione di …

Gli “speciali” di Radio Alfa col ciclo “Mi Ami?” dedicato agli adolescenti

Anche durante il periodo estivo, caratterizzato da una programmazione pomeridiana maggiormente musicale, Radio Alfa propone agli ascoltatori alcuni “speciali” strettamente legati alla nostra dimensione comunitaria. A tale proposito, sull’onda delle tante richieste pervenute, si è pensto di proporre le registrazioni dei tre incontri (il quarto cancellato a causa del Covid-19) del ciclo “Mi Ami? – Accompagnare gli adolescenti a una …

Finalmente torna a Castel Goffredo il gran mercato Libri sotto i portici

Non volevamo farci illusioni e nemmeno crearne. Eravamo pronti, però, in caso… Inaspettata e rivitalizzante come un temporale estivo, ecco la buona notizia: si ricomincia! Dopo 4 lunghissimi mesi di stop forzato, che per noi organizzatori sono stati segnati anche dalla dolorosissima perdita di Corrado Bocchi, l’ideatore di questo gran mercato, Libri Sotto I Portici – Castel Goffredo, il più …

La prossima tappa del Premio Acerbi: 6 settembre a Castel Goffredo

Il premio letterario Giuseppe Acerbi prova a tornare alla normalità dopo un anno molto travagliato, segnato prima dalla grave scomparsa dell’avvocato Piero Gualtierotti e, in seguito, dall’emergenza sanitaria. Questa edizione, dedicata alla letteratura svedese, propone all’attenzione dei lettori tre romanzi selezionati in collaborazione con la prof.ssa Catia De Marco dell’Istituto Italiano di Studi Germanici: Jonas Jonasson, Il centenario che voleva …

Il Museo MAST riprende il suo cammino fatto d’amore per il territorio

Non è cosa facile riprendere “il filo” di una bella storia dopo un’interruzione forzata e altrettanto necessaria. In un tempo sospeso e dolente, tanto è cambiato irrimediabilmente e in troppi ci siamo confrontati con la dimensione del “tutto” che in un battibaleno si è trasformato in “nulla”. Un pittore e poeta dei nostri tempi, Emilio Isgrò, di cui in questi …

Una parola sulla Casa del Giovane. E un appello rivolto alla comunità

Dalla chiusura dell’8 marzo scorso a causa della pandemia da coronavirus, il nostro bar Casa del Giovane non ha ancora ripreso la sua attività, nonostante nella fase 2 e ora nella fase 3 sia stata data la possibilità di riaprire i pubblici esercizi con mescita di bevande e altro, rispettando prescrizioni molto restrittive e precise (percorso di ingresso e uscita …

Pandemia e impresa: un disastro ma anche un’opportunità per ripartire

“Ripartire” è la parola chiave di questi mesi. Non si sente altro che questo termine in ogni angolo. Ma come si riparte dopo una pandemia globale che ha svuotato Piazza San Pietro nel giorno di Pasqua? Come imprenditore, ho imparato che ogni crisi è necessaria. Ti spinge a osservarti: come individuo, come azienda e come Paese. Ti spinge a prendere …

Corpus Domini, don Bergamaschi: “La Comunione è più forte della morte”

Nella grande Festa del Corpus Domini il nostro Vescovo ha desiderato venire in mezzo a noi, comunità cristiana e civile di Castel Goffredo, per celebrare la S. Messa e ricordare in suffragio comunitario tutti i nostri cari defunti di questo periodo di emergenza da coronavirus, dato che non si è potuto vivere per loro e con loro un funerale normale. …

Progetto Estate 2020: patto solidale tra famiglie e parrocchia per i giovani

Quest’estate dovremo inventarci un modo nuovo per fare attività con i ragazzi della nostra Parrocchia. Le direttive sanitarie nell’emergenza “Coronavirus” rendono molto complicato ciò che da sempre caratterizza le nostre proposte: STARE INSIEME! Infatti quello che più mancherà è che i piccoli gruppi di ragazzi non potranno giocare e avere contatti tra loro. Tuttavia non vogliamo per questo rinunciare a …

Micol: “La mia quotidianità nell’emergenza Covid-19 vissuta a Radio Alfa”

Quando lunedì mattina ho sentito quel “Ma ciao Micol!” sono rimasta spiazzata, ferma in mezzo a piazza Mazzini a Castel Goffredo. Erano mesi che non sentivo più qualcuno chiamarmi. Erano mesi che in piazza, quando andava bene, incontravo il farmacista. Solo lui. Due mesi di deserto. Mentre la metà degli italiani si chiudeva in casa a impastare pizze e dolci …